PSICOTERAPIA INDIVIDUALE

psicologa parma

I sintomi di un disagio psicologico dai più banali e comuni ai più gravi, esprimono di solito un malessere, una demoralizzazione della persona nei confronti di se stessa e della vita in generale che non trova altri mezzi per esprimersi e contenersi. A volte la storia della propria vita può essere vissuta come se fosse un fatto accaduto nel tempo passato e immagazzinato in quella dimensione senza connessioni costruttive con il presente e il futuro. Le storie che spesso i pazienti portano in terapia, le emozioni, il concetto di sé e degli altri risultano bloccati, come ibernati nel dolore e nella sofferenza. Come se le cornici che racchiudono l'immenso bagaglio della loro vita fossero strette e incapienti, a tal punto da farli sentire compressi. Eppure, durante la psicoterapia si può verificare uno spostamento del punto di osservazione e di prospettiva, anche se a volte sottile e microscopico, ma sufficiente affinché l'interpretazione dei fatti accaduti nel passato e di quelli che stanno accadendo nel tempo presente modifichino la chiave di lettura. La storia inizia a cambiare, arricchendosi di particolari, concetti, emozioni nuove e inaspettate. Si assiste alla riscoperta della speranza, intesa come forma potenziale di forza da spendere nei momenti difficili e alla scoperta della resilienza, intesa come capacità di resistere nelle difficoltà grazie ad una maggior elasticità psichica. I sintomi che tormentavano il paziente non hanno più la ragione di esserci. Durante il percorso terapeutico il processo di trasformazione e di costruzione delle differenze può avvicinare la psicoterapia al processo creativo tipico che si riscontra nell’arte.